Il progetto Una città per gli archivi si è articolato in due parti: l’attività di inventariazione e l’attività di pubblicazione e valorizzazione degli inventari online sul portale di Progetto archIVI

cittadegliarchivi.it

Dal 2015 la Fondazione del Monte ha rafforzato la partnership con l’Istituto per i beni artistici culturali e naturali dell’Emilia-Romagna grazie ad un accordo che intende «rendere gli archivi xDams consultabili pubblicamente attraverso il portale Una città per gli archivi e il portale regionale IBC Archivi».
Agli interventi di stampo archivistico (di natura teorica e pratica) si sono affiancate operazioni di archiveconomia in stretta collaborazione con i soggetti produttori (gli enti detentori d’archivio) e con la Soprintendenza archivistica. Sono azioni, queste ultime, tese a salvaguardare il patrimonio documentario ordinato e inventariato, mediante il condizionamento in contenitori a norma (buste, camicie) e in strutture ignifughe in metallo o in legno secondo gli standard prefissati, allestendo non di rado per la prima volta un ambiente deputato ad archivio.
Il portale archIVI offre molteplici possibilità di ricerca, permettendo di consultare i fondi per struttura, per tipologie documentarie con o senza riproduzioni digitali (documenti, manifesti, fototipi, filmati, riproduzioni sonore), per tracciati specifici (fotografici, audiovisivi, sonori, manifesti, documentari), per authority (indici di persona e famiglia, di enti, di luogo, di autorità, per temi) e grazie a percorsi ontologici che costituiscono le sezioni più importanti del portale unitamente alla sezione riservata ai contributi di ricerca, alle mostre digitali e all’area wiki.

Filtra i post
Una città per gli archivi arte

La Raccolta fotografica di Pullé sul portale archIVI

27 novembre 2018

In occasione della pubblicazione dell’inventario della “Raccolta fotografica di Francesco Lorenzo Pullé e del Museo Indiano di Bologna” sul...