CasaMusica

CasaMusica: il futuro della musica

Avvicinare giovani e giovanissimi alla musica, far crescere nel tempo la passione, insegnare a suonare uno strumento, a cantare oppure a stare al mixer in un concerto, offrendo anche uno spazio dove provare, uno studio in cui registrare, un palco su cui esibirsi e tante occasioni di confronto con chi quella passione l’ha fatta diventare un lavoro vero. Da 10 anni la Fondazione del Monte sostiene il progetto CasaMusica, ideato e realizzato da Antoniano onlus.

“CasaMusica prevede diverse attività, a partire dai corsi di chitarra e di fonico live, che in questi anni sono stati frequentati da oltre 350 ragazzi – spiega Massimo Sterpi di Antoniano Onlus, ideatore e coordinatore del progetto –. I prossimi li annunceremo a breve e dovrebbero partire tra febbraio e marzo”.

Il corso di chitarra si rivolge ai giovani tra 16 e 24 anni che abbiano già una conoscenza dello strumento. Si tiene presso l’Antoniano in via Guinizelli. Il docente e direttore artistico è Jimmy Villotti. Attraverso lezioni teoriche, seminari e workshop, gli allievi vanno alla scoperta delle tecniche musicali, da quelle più tradizionali a quelle più innovative. Non solo: possono incontrare artisti e musicisti del panorama nazionale. Tra i tanti coinvolti in questi anni: Francesco Guccini, Vinicio Capossela, Gianni Morandi, Luca Carboni, Paolo Fresu e Freak Antoni.

I giovani musicisti possono usufruire anche di una sala prove attrezzata e di uno studio di registrazione professionale dove, al termine del progetto, possono incidere un loro brano. Inoltre hanno modo di esibirsi dal vivo sul palco dell’Antoniano o nelle rassegne estive al parco della Montagnola.

Il corso da fonico live è invece curato da Gabriele “Frank” Carati del Covo Club: “Un tempio della musica bolognese, molto amato dai giovani”, sottolinea Sterpi. Le lezioni, che si tengono nello storico locale di via Zagabria, coinvolgono giovani tra 16 e 26 anni e riguardano dai principi di fisica del suono alla gestione dei microfoni e delle diverse sorgenti sonore.

E per i più piccoli? Da 3 anni, CasaMusica sostiene l’ascolto e la pratica della musica anche per i giovanissimi, organizzando corsi per bambini da 4 a 13 anni. “Ogni anno abbiamo una quarantina di allievi – continua Sterpi –. I corsi sono differenziati per fasce di età e per strumento: voce, batteria, chitarra, basso, tastiera e pianoforte”.

Ma CasaMusica vuol dire anche cinema, con la rassegna per le scuole secondarie di secondo grado di Bologna “Say you loud”, che prevede la proiezione di 4 film su tema musicale, con addetti ai lavori e musicisti a commentare le pellicole. “La facciamo all’Antoniano in collaborazione con Agiscuola e a ogni proiezione partecipano 300 studenti di scuole diverse”.

Per informazioni: Casamusicabologna.it