Ecco i vincitori del bando “La cultura come strumento di integrazione: la parola alle donne”

La Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna desidera contribuire al processo di integrazione delle tante famiglie straniere già presenti sul nostro territorio, puntando sulle donne, che hanno spesso un ruolo centrale nella trasmissione dei modelli culturali. A tal proposito ha indetto il bando La cultura come strumento di integrazione: la parola alle donne, con lo scopo di sostenere iniziative volte all’integrazione e alla valorizzazione delle donne di origine straniera.

Su 24 partecipanti, i progetti selezionati come vincitori sono:

1- “Free-volo: circular & sharing fashion” di La Venenta Coop. Sociale
Labaratori di sartoria, formazione e tirocini per la creazione di una nuova filiera produttiva in collaborazione con alcuni brand e cooperative sociali del territorio.

2- “Lab.Ellezza” di ARCI Solidarietà Bologna
Formazione con esperti nel campo dell’estetica, percorsi di auto-imprenditorialità e corsi di lingua italiana per il contesto lavorativo.

3- “Fili di parole” di Associazione Antinea
Creazione di Spazi Famiglia in grado di orientare le famiglie nella scelta di scuole e servizi del territorio; opportunità ricreative ed eventi culturali; laboratori di lingua italiana, educazione civica, sartoria, cucina, cura della persona, bigiotteria.

Il sostegno a questi progetti si inserisce nell’ambito dell’impegno che la Fondazione del Monte destina al rafforzamento della solidarietà e della coesione sociale, alla salvaguardia delle pari opportunità e al miglioramento della qualità della vita.

Lo stesso bando sarà rinnovato per il secondo anno e pubblicato entro la prossima settimana.