Gli eventi della settimana

Tanti e imperdibili gli appuntamenti di questa settimana al LabOratorio di San Filippo Neri, quasi tutti collegati a un anniversario. Si comincia martedì 17 aprile alle ore 20.30 con il ritorno su questo palco di Ivano Marescotti per il reading con proiezione cinematografica Roald Dahl & Alfred Hitchcock. Umorismo bizzarro, ironia della sorte e… prossimamente, realizzato in occasione dei 60 anni della prima uscita in Italia dei telefilm Alfred Hitchcock Presents, realizzati dal 1958 al 1960. Ogni settimana il famoso profilo stilizzato di Hitch presentava ai telespettatori un episodio di umorismo bizzarro che trovava la sua spiegazione nell’ultima battuta o nell’estremo frammento dell’azione. Questi telefilm segnano la collaborazione di Hitchcock con Roald Dahl e lo fecero conoscere al pubblico italiano. Roald Dahl (la Fabbrica di Cioccolato, il GGG, Matilde) come Hitchcock è maestro dell’imprevedibile, con uno humor sofisticato, che lascia senza parole di fronte al repentino ribaltamento di situazioni della quotidianità. L’intento di entrambi è quello di sondare l’animo umano con risultati davvero inattesi. Ivano Marescotti interpreterà il racconto Cosciotto d’agnello di Roald Dahl e, a seguire, verrà proiettato l’adattamento con la regia di Alfred Hitchcock Come servire un agnello (Lamb to the slaughter, 1958). Progetto di Beatrice Balsamo, APUN- Progetti per l’Uomo.


Si prosegue mercoledì 18 alle ore 17.30 con Come si promuove una città: un percorso tra marketing culturale e turismo, la terza conferenza del ciclo Le Conversazioni del FAI, a cura della Presidenza Regionale FAI Emilia-Romagna, in collaborazione con la Delegazione FAI di Bologna. Le città si promuovono sul mercato globale per acquisire quote sempre più significative di turisti. Questa competizione se non è guidata da una strategia che tende, in primo luogo, a definire e comunicare i tratti identitari di una città, rischia di rivolgersi contro le città stesse che diventano mete di un turismo di massa indifferenziato. Cercare un equilibrio e una integrazione tra marketing culturale e marketing turistico può costituire un modo per promuovere e gestire in maniera sostenibile ed efficace una città. Ne parleranno Max Bergami e Roberto Grandi


Giovedì 19 alle ore 20.30 è la volta dello spettacolo L’utopia 50 anni dopo. Sotto i sampietrini c’è la spiaggia per il ciclo Era il ’68. Dopo i successi delle tre edizioni del Festival 20 30, l’associazione Kepler-452 porta una nuova produzione pensata e realizzata appositamente per il LabOratorio. Cos’è oggi un’utopia? Ce n’è ancora una? Se alcuni tra i nostri padri hanno vissuto e contemplato la possibilità di un cambiamento radicale e repentino della realtà, questo lusso noi non l’abbiamo vissuto mai. Kepler-452 camminerà ancora una volta domandando per le strade di Bologna, alla ricerca dell’utopia cinquanta anni dopo il ’68. Sotto i sampietrini è rimasta la spiaggia? E noi ci stiamo sdraiati? A cura di Enrico Baraldi e Nicola Borghesi / In scena Nicola Borghesi / Scene di Calori&Maillard.

La programmazione della settimana si chiude sabato 21 alle ore 20.30 con il secondo appuntamento della trilogia Semiramide: l’opera di Rossini a puntate. Seconda puntata: accadimenti e rivelazioni. Raccontandosi madre di un figlio lontano, Semiramide incontra Anna Guidarini (1770-1827), madre di Rossini. La Guidarini, cantante non famosissima ma dotata, indirizzò il figlio allo studio della musica e si esibì con lui ancora bambino. All’arresto del marito Giuseppe, anch’egli suonatore di professione, reo di aver simpatizzato con i giacobini, Anna sostenne la famiglia con risolutezza. Tramite un imponente carteggio seguì sempre, da lontano, il figlio per il quale nutriva, ricambiata, un profondo affetto. Testi di Gabriele Duma e Andrea Stanisci / con Antonella Franceschini attrice / Gabriele Duma attore / Scilla Cristiano soprano / Noriko Morimoto e Francesco Ricci pianoforte / Roberto Passuti scenari sonori / Andrea Stanisci costumi / Lidia Diso sartoria / Regia di Gabriele Duma


Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero