In 720 per l’inaugurazione di 3 Body Configurations

Lo scorso sabato 18 gennaio, presso la sede della Fondazione del Monte in via delle Donzelle 2, si è inaugurata la mostra 3 Body Configurations. Si tratta di un main project di ArtCity 2020 che raccoglie i progetti fotografici di tre artiste: Claude Cahun, per la prima volta esposta in Italia, VALIE EXPORT e Ottonella Mocellin.

Sono stati più di 700 i visitatori e le visitatrici di sabato. Presente all’evento anche l’artista italiana Ottonella Mocellin, le cui opere sono intrecciate con la ricerca identitaria di Cahun e il progetto durato più di un decennio di VALIE EXPORT.

Dalla mostra, esposta fino al 18 aprile, è nato un libro di critica edito da Corraini, nel quale le curatrici Fabiola Naldi e Maura Pozzati si sono fatte affiancare dalla filosofa Francesca Rigotti. Nel libro viene analizzata la rappresentazione di una dichiarazione femminile di corpi, spazi e tempi nei quali rivelare nuove identità, urgenze politiche e rinnovate scelte espressive.

Le tre autrici, certamente distanti l’una dall’altra, accostate nella mostra 3 Body Configurations, mostrano una necessità comune a molti operatori culturali del Novecento: enfatizzare lo stretto rapporto fra la propria presenza, un preciso dispositivo tecnologico e la tensione spazio-temporale.

In foto: le curatrici Maura Pozzati e Fabiola Naldi con Falling (1997) di Ottonella Mocellin