Progetto Sottosopra, 150 ragazzi coinvolti

Un successo la terza edizione del progetto di Selene Centro Studi/Ekodanza. Si prepara la quarta edizione

Centocinquanta ragazzi coinvolti nelle dieci azioni performative e laboratoriali gratuite dedicate agli adolescenti tra aprile e maggio 2018: sono i numeri della terza edizione di “Sottosopra”, il progetto promosso dall’Associazione di promozione sociale Selene Centro Studi/Ekodanza con il contributo della Fondazione del Monte e sostenuto dal Comune di Bologna e dal Quartiere Savena.
“Sottosopra”, avviato nel 2016, propone la cultura hip hop come strumento educativo per i giovani dai 13 anni in su. Prende origine dalla consapevolezza della necessità di trovare nuovi linguaggi e nuovi contesti per riaprire un dialogo con gli adolescenti.
“Siamo stati molto soddisfatti – spiega Roberta Zerbini di Ekodanza –. Siamo riusciti a coinvolgere molti giovani andando a scovarli nei loro punti di ritrovo in quartiere. Abbiamo fatto laboratori di hip hop, breaking, parcour e writing. L’hip hop è uno strumento di espressione che fa riferimento a un universo di valori specifici, come l’autenticità, il legame di gruppo, la solidarietà e la fedeltà alla squadra. È dunque cultura, cultura che si pratica in strada, in un rapporto inedito con il paesaggio urbano”.
È già in fase di preparazione anche la quarta edizione, pronta a partire la prossima primavera. “Il corpo sarà sempre il tema centrale – continua Zerbini –. Proporremo hip hop, breaking e parcour, che sono stati gli appuntamenti che la scorsa edizione hanno riscosso più successo”. Sono già state individuate le tre location che ospiteranno gli incontri. A ognuna è stata assegnata una disciplina.