Un quartetto per Rossini

Nel centocinquantesimo dalla sua morte, Bologna ricorda Gioachino Rossini, che a lungo visse sotto le Due Torri prima come studente e poi come consulente del Conservatorio Giovan Battista Marini. Tra i tanti appuntamenti, uno sarà ospitato nella sala dei Carracci della Quadreria di Palazzo Magnani, in via Zamboni 20, e prevede l’esibizione del basso americano Samuel Ramey, con letture di Jadranka Bentini e il concerto delle vincitrici del Premio Zucchelli al talento 2018: la flautista Valentina Gnudi e l’arpista Livia Liverani.

L’appuntamento “Un quartetto per Rossini”, in programma venerdì 19 ottobre alle ore 18.00, è curato dalla Fondazione Zucchelli, nata per la volontà degli eredi di Carlo Zucchelli, insigne cantante del primo Ottocento esperto di vocalità classico-rossiniana, di offrire un sostegno economico agli allievi di Musica e Canto del Conservatorio e di Pittura dell’Accademia di Belle arti di Bologna, dotati di buone attitudini ma non in grado di sostenere economicamente la propria avventura artistica.

L’iniziativa partecipa alla manifestazione promossa dal Conservatorio “L’inquilino di Strada Maggiore e Piazza Rossini. Il Maestro a Bologna nel 150° dalla scomparsa” e rientra nella serie di iniziative realizzate dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e da UniCredit per valorizzare il patrimonio artistico della Quadreria di Palazzo Magnani

Ingresso libero fino ad esaurimento posti dalle ore 17.30 fino alle ore 17.55. Dalle ore 17.00 la Quadreria sarà aperta al pubblico.