Work-Lab, alfabetizzazione digitale per l’inclusione nel mondo del lavoro

Work-Lab è un progetto nato dalla collaborazione tra Informatici Senza Frontiere, CittadinanzAttiva e MondoDonna Onlus con l’obiettivo di colmare il divario digitale, che per i soggetti più svantaggiati rappresenta spesso un ostacolo nella ricerca di un impiego.

Work-Lab si rivolge in particolare a richiedenti asilo e rifugiati in cerca di lavoro, di età compresa tra i 18 e i 55 anni, e si compone di due fasi. La prima fase consiste in corsi di alfabetizzazione informatica e la seconda in un percorso di accompagnamento alla ricerca di un impiego, con un potenziamento delle competenze nella lingua italiana.

Quindi le donne e gli uomini partecipanti al progetto da un lato apprendono le competenze informatiche necessarie per inserirsi nel mercato del lavoro e dall’altro imparano come comunicare in modo efficace a un colloquio.

I risultati dopo un anno dall’attivazione del progetto sono molto positivi: il 52,8% dei partecipanti ha ottenuto di un colloquio di lavoro e il 42,1% è stato assunto.

La Fondazione del Monte si contraddistingue per l’impegno nel realizzare progetti finalizzati all’inclusione sociale dei soggetti in condizioni di svantaggio e marginalità. Work-Lab è uno di questi.