DancER

dancER 2019: torna a Bologna e Ravenna la scuola di hip hop per i ragazzi delle periferie

È partita la seconda edizione di dancER, il progetto che porta nelle scuole e nei centri sociali di Bologna e Ravenna i grandi nomi dell’hip hop per corsi gratuiti dedicati ai ragazzi delle periferie cittadine. DancER, infatti, consiste nella creazione di corsi di danza hip hop tenuti da ballerini professionisti e impreziositi dalla presenza periodica di grandi stelle della danza internazionale. Perché l’hip hop? “Il linguaggio dell’hip hop, in quanto danza, è universale. Per i ragazzi che sempre più provengono da contesti culturali, religiosi e linguistici diversi, l’hip hop permette di cancellare barriere e differenze mentre offre un terreno comune, comprensibile e assimilabile da tutti”, spiega Chiara Badini, presidente di Laborartis, l’associazione che promuove il progetto, organizzato da Laboratorio delle Idee con la direzione artistica di Monica Ratti e realizzato anche grazie al contributo della Fondazione del Monte. Il recente piano delle periferie, infatti, ha individuato la necessità sia di riqualificare spazi sia di avviare progetti dedicati all’inclusione.

Fino a giugno, dancER porterà nel quartiere Navile di Bologna (scuola Salvo d’Acquisto e scuola Bottego) e a Lido Adriano (CISIM) corsi di hip hop, break dance e street dance con lo scopo di facilitare l’inclusione e promuovere una sana aggregazione dei ragazzi, attraverso un’attività divertente ma anche disciplinata. Novità di questa seconda edizione, la classe IV della scuola elementare Bottego – 24 bambini – vedrà l’inserimento del corso di dancER tra le attività curricolari. Il corso alla Salvo d’Acquisto riunisce oltre 35 ragazzini tra i 10 e i 14 anni; i due a Lido Adriano (uno fino ai 10 anni, uno fino agli 11) più di 70. I corsi sono completamente gratuiti e non si rivolgono solo agli studenti delle scuole interessate, ma a tutti i giovani che vogliono approfittare di questa opportunità.

A giugno, alla fine del corso, si terrà un vero e proprio spettacolo che vedrà esibirsi sul palco i ragazzi che hanno partecipato alle lezioni a fianco degli insegnanti e dei grandi nomi dell’hip hop che hanno fatto loro visita durante il periodo di studio. In più, durante i 6 mesi di prove, i ragazzi potranno anche essere partecipanti attivi della redazione che trasmetterà in diretta le emozioni, la soddisfazione e le impressioni sul progetto, cimentandosi nella scrittura di testi e post che saranno veicolati attraverso i canali social dedicati.