Teatro del Pratello

Eredi eretici, il nuovo spettacolo della Compagnia del Pratello

Si chiama “Eredi eretici” il nuovo spettacolo della Compagnia del Pratello, impegnata ormai da 20 anni, anche grazie al sostegno della Fondazione del Monte, in laboratori teatrali presso l’Istituto penale minorile di Bologna e in altri contesti di conflittualità sociale.

“Eredi eretici” debutterà mercoledì 9 gennaio al Teatro Arena del Sole (dove rimarrà in cartellone sino a domenica 13 gennaio). Dieci i protagonisti: 9 sono ragazzi in carico ai servizi di giustizia minorile e vengono da diverse Comunità educative del territorio regionale. Si chiamano: Abdessamed, Danilo, El Mehdi, Elias, Hichame, Karim, Peng Fei, Stefano, Yossef. Con loro, un minore straniero non accompagnato inserito del sistema Sprar cittadino; un ragazzo che, entrato nella compagnia 5 anni fa, ha scelto di non abbandonarla, e gli attori dell’associazione di promozione sociale Botteghe Molière.

“Se sul palcoscenico non ci saranno ragazzi accolti nell’Ipm, il lavoro che abbiamo fatto insieme in questo ultimo anno sarà ben presente”, assicura Billi . La scenografia, infatti, è stata realizzata dall’architetto Gazmend Llanaj con i ragazzi dell’Ipm di Bologna nei percorsi formativi per l’inclusione socio-lavorativa dei giovani a cura di Iiple (l’Istituto per l’istruzione professionale dei lavoratori edili della Provincia di Bologna): Achraf, Aleksander, Amplayia, Andrea, Burhan, Cristian, Davide, Dziri, Hamza, Isacco, Ralph e Wu.

La drammaturgia di Paolo Billi compone scritture diverse sul tema “Padri e figli”, realizzate in alcuni istituti penali nel corso di tutto il 2018: a Bologna, a Reggio Emilia e a Pontremoli (nella sezione femminile). Tra le scene corali, anche gli echi di conflittuali lettere “al padre” scritte da figli illustri: da Wolfgang Amadeus Mozart a Giacomo Leopardi, da Karl Marx a Franz Kafka.